La conservazione del vino

La conservazione del vino

Il Vino è un alimento vivo, e come tale va conservato in un ambiente con caratteristiche particolari. Innanzi tutto l’ambiente dovrebbe avere una umidità dell’80%, una buona aereazione, alcun odore, poca luminosità, silenziosità e una temperatura compresa tra i 10 e i 15 gradi. La pavimentazione dovrebbe essere in terra battuta o di ghiaia. E’ quindi ottimo se il locale è scavato nella roccia o sia un sotterraneo.

La cantina ideale dovrebbe essere orientata a sud se si trova in una zona fredda o a nord se situata in una zona calda.

Le bottiglie vanno poste sempre in posizione orizzontale in modo che il tappo di sughero aderisca meglio e non si secchi evitando così l’ossidazione del vino per infiltrazioni d’aria . Un buon vino ha sempre un tappo di sughero. Le bottiglie vanno poste in scaffali di legno e la bottiglie con vino rosso vanno poste sui piani alti mentre bianchi e rosati sui ripiani bassi per tenersi più freschi.

Per chi vive in città dovrebbe attenersi a delle semplici regole: evitare gli sbalzi di temperatura che possono alterare le caratteristiche del vino, infatti se vi è troppo caldo si accelerano le evoluzioni organolettiche, se troppo freddo avvengono sedimentazioni e cristallizzazioni. Il consiglio è di riporre le bottiglie di vino coricandole nel ripiano più basso di un mobile di legno proteggendolo così dalla luce.

I vini bianchi e gli spumanti vanno tenuti in frigo per non più due giorni, i vini rossi vanno conservati a temperatura non superiore ai 15 – 16 gradi.

Se i vini vengono tenuti in garage ricordarsi di non collocarli vicino a salumi, aglio, cipolla o accostarli troppo vicini alla marmitta dell’automobile poiché il vino assorbe tutti gli odori.

Un buon intenditore deve sapere leggere l’etichetta stampigliata su ogni bottiglia, essa fornisce una serie di informazioni utili: La denominazione, il grado alcolico, la capienza della bottiglia e la qualità del vino.

In genere è opportuno avere non meno di due bottiglie di ogni qualità per non rischiare di restare senza vino durante un buon pasto. Una cantina che si rispetti, sarà costituita soprattutto dai vini rossi che sono indubbiamente più corposi e ricchi di sostanze antiossidanti, ma dovrà anche avere una certa quantità di bianchi per accompagnare alcune pietanze come il pesce ecc.

Redazione Kopral Scritto da Redazione Kopral