Riconoscere il pesce fresco

Riconoscere il pesce fresco

Bisogna guardarlo con attenzione al momento dell'acquisto.  L'odore, deve essere delicato, deve ricordare il profumo del mare; il corpo deve essere rigido e arcuato; la consistenza delle carni deve essere soda ed elastica. Bisogna fare attenzione anche alle squame che devono essere molto aderenti, altro segnale importante da considerare è l'occhio che deve essere sporgente con la pupilla nera e la cornea trasparente.

Identificazione del pesce:

  • Pesce fresco
    • Odore: tenue, marino, gradevole
    • Aspetto generale: brillante, metallico iridescente
    • Corpo: rigido, arcuato
    • Squame: aderenti
    • Pelle: colori vivi, cangianti
    • Occhio: in fuori cornea trasparente pupilla nera
    • Branchie: rosee o rosso sangue prive di muco
    • Carni: compatte, elastiche bianche o rosee
    • Costole e colonna: aderenti alla parete addominale e ai muscoli dorsali
  • Pesce non fresco
    • Odore: acre, sgradevole
    • Aspetto generale: smorto, senza riflessi
    • Corpo: flaccido, molle
    • Squame: non aderenti
    • Pelle: colori spenti
    • Occhio: infossato nell'orbita cornea lattiginosa pupilla grigia
    • Branchie: giallastre muco lattiginose
    • Carni: molli, friabili con bordo giallastro
    • Costole e colonna: non aderenti alla parete addominale e ai muscoli dorsali

I pesci secondo le stagioni

Il pesce può essere consumato fresco tutto l'anno anche se sono stati previsti periodi in cui è vietata la pesca al fine di tutelarne propriamente i cicli biologici.

Redazione Kopral Scritto da Redazione Kopral