La pasta biologica

La pasta biologica

La pasta è prodotta con semola integrale di grano duro antico, coltivato nella nostra azienda biologica, o con farina integrale di farro di cocco, anch'essa biologica, entrambe macinate a pietra.
La macinatura a pietra, ancora praticata da pochi mulini, rappresenta il metodo tradizionale di una volta per la lavorazione dei cereali. La macinatura avviene lentamente, permettendo così di non riscaldare la farina ed evita di impoverire il prodotto di nutrienti.

Nella molitura a basso regime, la frantumazione del chicco è minore e l’azione di sfregamento delle macine a pietra sui cereali consente di ottenere una farina che conserva la parte superficiale della cariosside, ricca di proteine e di sali minerali, non raffinata e, quindi, con un colore più scuro perché contiene le fibre.
Grazie a questo metodo molitorio, la semola di grano duro e la farina di farro conservano il germe in cui sono concentrati nutrienti e composti enzimatici preziosi per il nostro organismo.
La componente amidacea del chicco viene amalgamata con quella lipidica del germe.
La pasta viene prodotta a breve distanza di tempo dalla macinazione avviene subito dopo, per non compromettere la qualità delle farine e mantenere inalterate le peculiarità dell’olio di germe di grano.

E lavorata artigianalmente. Le operazioni di taglio, di composizione dei nidi, di stesura sui telai, di pesatura e di confezionamento sono svolte manualmente. Nella pasta all’uovo le uova fresche sono sgusciate a mano e controllate una ad una. Nella pasta con le verdure i vegetali sono sempre di stagione, sminuzzati in modo molto fine per poterli unire all’impasto. Questo procedimento consente di conservare le proprietà originarie dell’uovo fresco intero e il valore nutrizionale delle verdure appena colte. Le uova e le verdure aggiunte all’impasto provengono tutte da agricoltura biologica I vari formati di pasta in alcuni casi possono presentare variazioni nel colore e nella forma, a dimostrazione della lavorazione artigianale dei nostri prodotti.

La forma della pasta avviene attraverso trafile di bronzo che hanno la capacità di conferire ruvidità alla superficie rendendola porosa, rugosa ed adatta a trattenere al meglio qualsiasi condimento, tenendo presente che il buon sapore della pasta, cotta brevemente, può essere gustato anche solo con olio e formaggio grana.

E essiccata lentamente (13/14 ore) e a bassa temperatura (< 50°), il che limita il danno termico e consente di mantenere inalterate le caratteristiche specifiche dell’eccellente semola di grano duro e della farina di farro senza alterarne le proprietà, ma conservando il buon sapore del cereale; i nutrienti non subiscono danni termici e/o alterazioni significative. E confezionata in sacchetti trasparenti per un facile controllo del contenuto e per limitare l’utilizzo superfluo di involucri a perdere.

Redazione Kopral Scritto da Redazione Kopral